Che cos’è l’aromaterapia

L’aromaterapia, insieme alla fitoterapia, è una forma di medicina naturale conosciuta sin dagli albori della civiltà. Sono pratiche molto antiche ma ancora attuali, il cui principio di base è la prevenzione e il corretto mantenimento della salute.

Nello specifico, l’aromaterapia si serve delle essenze aromatiche per ottenere effetti benefici su mente, corpo e anima e curare così disturbi di ogni genere.

Storia dell’aromaterapia

Già nell’antico Egitto venivano apprezzati i poteri antisettici e antibatterici delle essenze aromatiche.
Inoltre, ricoprivano un ruolo fondamentale durante le pratiche religiose e spirituali in generale, ad esempio per le pratiche di imbalsamazione e durante i rituali.

E non è finita: le essenze erano anche utilizzate per la cura del corpo, o per purificare l’aria durante le epidemie.
Il termine “aromaterapia” fu coniato da René-Maurice Gattefossé, un chimico francese che lavorava con gli oli essenziali nel campo della cosmesi.

In seguito, il Dottor Valnet, chirurgo dell’esercito francese, seguendo le tecniche studiate e sviluppate da Gattefosse, utilizzò oli per aromaterapia come antisettici per trattare le ferite e le ustioni gravi durante la seconda guerra mondiale.

L’aromaterapia oggi

Negli ultimi anni, grazie anche allo sviluppo di internet, si sono moltiplicati i siti che si occupano di aromaterapia online. Di solito mettono a disposizione corsi e diffondono conoscenze su questa materia un tempo privilegio di pochi, raggiungendo un numero di persone incredibile.

Come spesso accade, una disciplina viene nel tempo arricchita di conoscenze nuove diversificandosi in più branche: l’aromaterapia non fa eccezione, per cui oggi conosciamo, ad esempio:

  • L’aromaterapia applicata, che si concentra sull’interazione tra l’olio essenziale e l’organismo a livello fisico
  • La psicoaromaterapia, si che si focalizza sugli effetti che gli oli essenziali hanno sulla psiche.
  • L’aromaterapia sottile, che si occupa invece degli influssi ambientali e della ricerca spirituale.

Aromaterapia - Starveg

L’aromaterapia come integrazione alla medicina tradizionale

Il valore terapeutico degli oli essenziali è sempre più apprezzato da ricercatori e medici.

L’uso degli oli essenziali in medicina trova oggi impiego nelle affezioni dermatologiche, per trattare ferite infette e/o come integrazione della terapia medica convenzionale in pazienti immunocompromessi.

L’attività curativa delle piante viene lentamente rivalutata e l’interesse per le attività biologiche delle sostanze di origine naturale cresce. Diversi studi scientifici hanno evidenziato le potenzialità biologiche degli oli essenziali.

Uno studio statunitense ha identificato 1.298 brevetti concessi negli Stati Uniti e legati all’uso di olii essenziali e composti terpenici / terpenoidi nel settore farmaceutico tra il 1980-2003.

Gli oli essenziali terapeutici sono maggiormente usati nella dermatologia, ma anche per le proprietà antisettiche, analgesiche, antinfiammatorie, neurologiche, gastrointestinali, cardiache e antitumorali.

Sembra inoltre che l’azione sinergica di olio essenziale di mirto e polimixina B sia molto efficace su ceppi batterici multi-farmacoresistenti.

Gli oli essenziali mostrano profili antimicrobici e spettri d’azione estremamente ampi. Il loro utilizzo in associazione con antimicrobici ha mostrato un notevole miglioramento del profilo terapeutico.

L’olio essenziale di tea tree sembra essere attivo contro lo stafilococco aureo, mentre l’olio essenziale di chiodi di garofano o di eucalipto globulare si sono dimostrati particolarmente efficaci contro l’escherichia coli.

Le ricerche sugli oli essenziali e l’efficacia delle proprietà terapeutiche di ogni singola essenza necessitano sicuramente di più ricerche.

Molte sono infatti le piante aromatiche non ancora studiate nel dettaglio. Se l’efficacia degli oli essenziali venisse confermata in modo scientifico e documentato, l’aromaterapia potrebbe rappresentare un valido sostegno o addirittura una reale alternativa alla medicina tradizionale.

Aromaterapia - Starveg

Oli essenziali e aromaterapia:i principali benefici

I molteplici benefici dell’aromaterapia spaziano dalla prevenzione (attraverso la disintossicazione del corpo a livello fisico e mentale), alla cura di molteplici problemi fisici come sintomi da raffreddamento, irritazioni cutanee, cellulite, disturbi dell’apparato digerente.

Innumerevoli anche i benefici per il sistema nervoso, la concentrazione e la memoria. I vantaggi legati all’aromaterapia variano ovviamente in base al tipo di olio essenziale utilizzato.

Secondo i sostenitori di questa medicina alternativa, infatti, utilizzando il giusto olio essenziale, è possibile contrastare o alleviare praticamente ogni genere di disturbo.

Curarsi con oli essenziali, qualche consiglio su come utilizzarli

Uno dei modi più semplici per trarre beneficio dagli oli essenziali è diffondere l’aroma nell’ambiente domestico per mezzo di un diffusore.
Esistono diversi metodi per la diffusione:

  • Aggiungere gocce di olio essenziale agli umidificatori appesi al termosifone durante l’inverno
  • Usare un bruciatore a candela apposito
  • Usare un diffusore a bastoncini
  • Usare un diffusore di oli essenziali ad ultrasuoni
  • Inalazioni e suffumigi (particolarmente impiegati per le affezioni delle vie respiratorie)

Gli odori hanno uno straordinario potere evocativo e la diffusione è il metodo di somministrazione in generale più sicuro per tutti gli oli essenziali, senza rischio di intossicazioni, irritazioni o allergie. Resta ovviamente importante rispettare le dosi degli oli essenziali per l’aromaterapia.

I migliori oli essenziali utilizzati in aromaterapia sono senza dubbio il bergamotto, il limone, il mandarino, rosmarino, tea tree oil, timo, lavanda, eucalipto e origano.

Prevenire la diffusione di virus con gli oli essenziali

Cominciamo col dire che è buona pratica cambiare spesso l’aria delle nostre case per evitare il ristagno di virus e batteri, specialmente in questo periodo di emergenza sanitaria. Depurare e purificare l’aria con gli oli essenziali rappresenta una misura preventiva valida per prevenire e combattere la diffusione dei virus negli ambienti chiusi.

Da questo punto di vista il miglior olio essenziale per disinfettare l’aria resta il tea tree oil che, grazie alle sue potenti proprietà antisettiche e anti-infettive, attacca e neutralizza i microbi presenti nell’ambiente.

Per stimolare anche la percezione olfattiva si possono utilizzare simpatici pot-pourri floreali o dei bruciaessenze. La scelta più efficace è, anche in questo caso, quella del diffusore: previene l’aria secca, elimina i germi e i cattivi odori.

Oggi in commercio a prezzi che variano dai 15 ai 30 euro è possibile regalarsi silenziosi diffusori di oli essenziali, per rendere l’ambiente di casa sano e rilassato, per creare un’atmosfera piacevole o colorare e profumare la stanza dei bambini.

Ne esistono molti tipi, tra i nostri preferiti, per il rapporto qualità prezzo consigliamo di dare un’occhiata a Odoga Aromaterapia, un’azienda che produce diffusori semplici da usare e in grado di soddisfare anche il lato estetico con design e giochi di luce rilassanti, oppure cercare qualche consiglio su Flora aromaterapia.

Per calmare l’agitazione, l’ansia prima di un esame o un colloquio di lavoro, è sufficiente bagnare un fazzoletto con 2 gocce di olio essenziale di lavanda, camomilla romana e/o geranio e respirare l’aroma per ritrovare quel senso di tranquillità necessario per affrontare situazioni importanti.

I suffumigi si praticano invece aggiungendo una goccia di olio essenziale per volta in una ciotola di acqua ben calda: si procede avvicinando il capo coperto da un asciugamano e si respirano i benefici vapori per 5 minuti circa.
Le inalazioni secche si praticano versando 1 o 2 gocce di olio essenziale su un fazzolettino che si annusa quando necessario.

Aromaterapia - Starveg

Non solo l’olfatto. Altri modi per usare gli oli essenziali

Curarsi con gli oli essenziali e l’aromaterapia non significa utilizzare esclusivamente
l’impiego “olfattivo” delle essenze.

Le tre principali tecniche di utilizzo sono la diffusione ambientale, il contatto con la pelle e l’ingestione.

Il massaggio aromaterapico

Il massaggio con gli oli è ideale contro lo stress, per rilassarsi ma anche per combattere e prevenire disturbi antiestetici come la cellulite e le smagliature. Gli oli essenziali vanno diluiti in un olio vegetale di base e poi si applicano sulla pelle.

È possibile preparare degli unguenti con una base neutra miscelando 100 ml di crema o olio base con 10 gocce di olio essenziale. In aromaterapia la rosa è considerata un potente lenitivo, antinfiammatorio, adatto alla risoluzione di tutti i problemi della pelle: essendo un potente rigenerante risulta ideale anche per attenuare le rughe.

Le compresse aromatiche

Le compresse aromatiche agiscono direttamente sulle zone da trattare e si preparano riempiendo una ciotola con acqua e 4/6 gocce di oli essenziali. Si mescola bene e si immerge un panno di cotone, che una volta strizzato è pronto per essere applicato.

Somministrazione orale

Si effettua versando gli oli essenziali in vettori come miele, pane, sciroppo di agave, etc.
E’ un metodo efficace ma pericoloso. Le dosi variano in base all’essenza utilizzata e, per essere chiari, non tutti gli oli essenziali sono adatti per un uso interno.

Questo tipo di somministrazione va consigliata e strutturata da un aromaterapeuta esperto, il fai da te potrebbe risultare pericoloso, viene pertanto sconsigliato.

Maniluvi e pediluvi

Utili in caso di malattie da raffreddamento, se praticati con acqua calda e 1/3 gocce di oli essenziali. Si immergono le mani o i piedi per circa 10/15 minuti.

Se invece vengono effettuati con acqua fredda sono utili in caso di problemi legati alla circolazione. In questo caso la durata dell’immersione è ridotta a 2 minuti. La quantità di olio essenziale solitamente utilizzata è tra 3/8 gocce.

Bagno rilassante, una sana pausa salutare

Dopo una frenetica giornata, un bagno caldo rappresenta una pausa salutare per fermarsi, rilassarsi, chiudere gli occhi. Per potenziare gli effetti benefici del bagno rilassante, l’utilizzo degli oli essenziali permette di godere dei benefici dell’aromaterapia per spa direttamente a casa nostra.

Per completare l’opera, create la giusta atmosfera: accendete qualche candela profumata, preparate un sottofondo musicale adatto a stimolare il benessere e il rilassamento e allontanare lo stress accumulato durante la giornata.

Aggiungere all’acqua della vasca 5/10 gocce degli oli essenziali che vi piacciono di più avendo cura di mescolare le essenze in un cucchiaio di olio base, sale, o sapone liquido neutro.

Se avete dubbi sulla scelta degli oli essenziali migliori, la lista è piuttosto ampia: le essenze per aromaterapia e bagno turco più comunemente utilizzate sono la lavanda, che aiuta a ridurre stress e ansia, ma anche il bergamotto, il gelsomino, l’arancio e la camomilla.

Per riequilibrare gli stati emotivi estremi l’aromaterapia si serve delle straordinarie proprietà del sandalo, ideale appunto in caso di ansia, stress, depressione ma anche paura, aggressività e incapacità di reagire.

Se non avete la vasca da bagno non disperate, potete utilizzare gli oli essenziali anche sotto la doccia, ecco come: in una ciotolina aggiungete un docciaschiuma neutro e 2/3 gocce dell’olio essenziale prescelto. Misceliamo bene e lo applichiamo sul corpo per una vera e propria doccia aromaterapica. Massaggiando e frizionando la pelle, le sostanze attive degli oli essenziali verranno assorbite dalla pelle.

Aromaterapia - Starveg

Aromaterapia per dormire

Tra gli oli essenziali utili per favorire il rilassamento e il sonno ricordiamo Ylang Ylang, gelsomino, camomilla, vaniglia, maggiorana, lavanda, menta piperita,basilico e néroli. Il loro profumo raggiunge attraverso l’olfatto i centri nervosi cerebrali.

  • Per favorire la concentrazione mentale utilizzare zenzero, menta, basilico, bergamotto
  • Per rilassarsi scegliere olio essenziale di lavanda e di camomilla
  • Per favorire il buon umore provate l’olio essenziale di bergamotto, di limone, di pompelmo e di geranio;
  • Per disinfettare sono indicati l’olio essenziale di eucalipto, di pino, di timo e di rosmarino
  • Per eliminare i cattivi odori usate l’olio essenziale di tea tree, di menta o di eucalipto.

Oli essenziali come unguento

Creare un unguento balsamico con gli oli essenziali è semplicissimo: basta mescolare poche gocce in una boccetta di olio vegetale, che può essere anche un olio comune come quello di oliva, di soia o di girasole. Le applicazioni sul petto attraverso impacchi caldi sono un efficace aiuto per liberare le vie respiratorie, e per curare la sinusite applicato sulle tempie.

I migliori oli essenziali sono puri

È molto importante verificare che l’olio essenziale scelto abbia certificazioni di qualità; un buon olio essenziale deve preservare la biodiversità, deve essere privo di prodotti chimici e sintetici, non deve contenere organismi geneticamente modificati e deve essere provvisto di un’etichettatura trasparente per il consumatore.

Controindicazioni

Ci sono diverse controindicazioni legate all’utilizzo degli oli essenziali: i prodotti derivati dalle piante non sono necessariamente privi di effetti nocivi.

Essendo sostanze molto forti e potenti, possono condurre a reazioni allergiche ed effetti collaterali da non sottovalutare. Parliamo di danni al sistema renale, effetti allucinatori, convulsioni, irritazioni della pelle, fotosensibilizzazione, rossore etc.

L’uso orale degli oli essenziali è generalmente controindicato in gravidanza e nella prima infanzia, in caso di particolari malattie e/o qualora ci si stia sottoponendo a delle terapie farmacologiche: in tutti questi casi è indispensabile chiedere il parere del medico.

Neonati, bambini e anziani dovrebbero usare erbe medicinali solo sotto il controllo medico.
Ricordiamo inoltre che erbe e preparati vegetali possono interagire con molti farmaci.

Se con questo articolo vi siete appassionati a oli essenziali e aromaterapia, vi consigliamo la lettura di un libro di Danièle Festy: “La mia bibbia degli oli essenziali”, che tratta in modo piuttosto semplice le scoperte scientifiche più recenti sull’aromaterapia, le modalità di somministrazione più efficaci, i numerosi trattamenti per contrastare comuni malattie e disturbi e tanti piccoli utili consigli per sfruttare al meglio gli oli essenziali.