Ultimo Aggiornamento:

Noce Moscata, un rilassante naturale che può aiutarti in caso di ansia e stress

Nome: Myristica Fragrans

Come di consueto partiamo dalla descrizione della pianta passando per i tratti geografici della noce moscata o Myristica Fragrans.

Si tratta di un albero sempreverde originario dell’Indonesia, cresce nelle zone caratterizzate da un clima tropicale.

Fiorisce tutto l’anno e tre volte l’anno produce numerosi frutti verdi, che diventano gialli a maturazione. La polpa del frutto viene solitamente utilizzata per preparare gustose marmellate.

All’interno del frutto troviamo una noce, ricoperta da un arillo rosso. Questo seme inizialmente morbido, diviene presto di consistenza legnosa.

Il guscio o arillo di colore rosso/arancione si chiama Macis è anch’esso una spezia; ha un sapore più delicato della noce moscata, che ricorda la cannella e il pepe.

È arrivata in Europa grazie agli Arabi che la portarono agli inizi del Medio Evo. La noce moscata è una spezia molto antica e il suo utilizzo si è diffuso molto anche nella cucina italiana per insaporire salse e sughi.

Noce Moscata - Myristica Fragrans

Componenti principali della noce moscata

Olio essenziale, polifenolo (miristicina), proteine, carboidrati, zuccheri, grassi, fibra alimentare, sodio, potassio.

Indicazioni terapeutiche

La noce Moscata è un potente antisettico, stimolante del sistema nervoso e della digestione. Utile contro la diarrea, elimina l’aria intestinale, incentiva la diuresi e previene i disturbi cardiovascolari.

Essendo ricca di calcio è adatta a contrastare l’osteoporosi. L’olio è estratto dai semi dei fiori schiacciati ed è un valido aiuto per migliorare la circolazione. L’uso esterno è invece particolarmente diffuso per curare i reumatismi o i dolori muscolari.

Proprio come i chiodi di garofano, la noce moscata risulta essere un potente antibatterico. Può essere utilizzata come rimedio naturale contro l’alitosi o per la preparazione del dentifricio fatto in casa e collutorio naturale fai da te.

Inoltre, pare sia un antico rimedio contro l’insonnia. Basta assumere un cucchiaino di sciroppo di agave o di miele miscelato con una punta di noce moscata grattugiata e il sonno arriverà da se.

La Myristica Fragrans ha effetti allucinogeni

Bisogna sempre stare attenti a non esagerare con le quantità: la noce moscata potrebbe causare effetti allucinogeni.
Responsabili sono due composti attivi: la miristicina, il precursore che viene utilizzato per preparare la droga MMDA e l’elemicina. Entrambi i composti possono causare effetti psicotropi.

In alcune località nel mondo la noce moscata è addirittura utilizzata come droga ricreativa. Si raccomanda di non superare assolutamente i 2 grammi al giorno. Casi di overdose sono stati registrati in seguito all’ingerimento di circa 25 grammi di spezia.

Noce Moscata - Myristica Fragrans

Come utilizzare la noce moscata in cucina

In cucina la noce moscata è utilizzata nella preparazione di dolci e creme. È presente anche in pietanze salate come ravioli o tortellini e la troviamo in alcuni liquori o bevande. Il  Vin Brulè è una di quelle bevande che fa di questa spezia uno degli ingrdienti principali e fondamentali. Il sapore dolce con una piccola nota piccante e il profumo intenso e pungente doneranno un tocco raffinato anche alle ricette più semplici.

Uso cosmetico della Myristica Fragrans

In aromaterapia l’olio essenziale di questa spezia viene utilizzato per stimolare la concentrazione e reintegrare le energie.

Quindici gocce di olio essenziale di noce moscata possono essere diluite in cinquanta ml di olio di base, di crema, shampoo e bagnodoccia neutri. Andrà ad arricchire i vostri prodotti per la cura e per l’igiene.

Grazie poi al suo potere antisettico è ottimo per la pulizia della pelle. L’uso esterno di questo olio essenziale è inoltre utile a contrastare dolori nevralgici e reumatici.

L’olio essenziale di noce moscata è perfetto per una coccola dopo aver praticato sport. Un bel bagno rilassante con otto gocce di olio essenziale, diluito nel vostro bagnoschiuma naturale, vi stupirà. Crea un effetto rilassante sul sistema nervoso centrale, apportando così beneficio sulla muscolatura.

Noce Moscata - Myristica Fragrans

Parti utilizzabili della noce moscata

Il seme separato dalla polpa del frutto e dall’ arillo. Lo stesso arillo costituisce una seconda spezia: il macis.

Periodo di raccolta della myristica fragrans

Da Novembre a Gennaio. Si raccoglie circa tre volte l’anno.

Come conservare la noce moscata

Conservare in un contenitore di vetro a chiusura ermetica e grattugiare al momento dell’uso.

Reperibilità

Facilmente reperibile nei supermercati e nelle erboristerie, si può trovare in semi interi, color marrone scuro (quelli bianchi sono stati decolorati) oppure macinata. È sempre preferibile comprare i semi interi. Si coltiva in Indonesia, India, Malesia e Brasile. Teoricamente è possibile coltivarla in Italia.

Controindicazioni

A dosi elevate provoca febbre e allucinazioni a causa di una sostanza chiamata miristicina. L’uso eccessivo può causare nausea, eccitazione nervosa e palpitazioni. Usare in piccole dosi non superando i 2 grammi giornalieri. È sconsigliata per bambini e donne in allattamento e donne incinte.

Curiosità

Un albero impiega 15 anni per maturare ma poi produce più di 2000 noci moscate all’anno per circa 70/90 anni. Per ottenere 10 ml di olio essenziale di noce moscata occorrono circa 600 g di frutti.

Esplora la nostra nuova sezione dedicata a tutte le spezie. Scoprine gli utilizzi, le proprietà e i benefici. Facci sapere cosa ne pensi nei commenti.