Prepariamo la torta pasqualina, ma Vegan

La torta pasqualina ha origini liguri, ma è preparata in moltissime regioni italiane durante le festività di Pasqua.
Si tratta di una torta salata a base di verdure, uova e formaggio. Numerose però sono le versioni vegane preparate solo con ingredienti vegetali. Oggi vi proponiamo una versione ideale per arricchire il menù di Pasqua, completamente priva di ingredienti di origine animale.

Questa torta può essere un delizioso antipasto o secondo piatto con un ripieno molto semplice da preparare, salutare e nutriente.

Noi abbiamo utilizzato delle erbette spontanee ricche di vitamine e minerali che abbiamo avuto la fortuna di raccogliere nel nostro uliveto, e abbiamo aggiunto anche 100 grammi di piselli: spinaci, bieta e broccoli comunque si prestano benissimo alla preparazione di una farcia altrettanto gustosa e salutare.

La torta pasqualina può essere preparata con anticipo: è deliziosa anche fredda!

Prepariamo la sfoglia della torta pasqualina

Per prima cosa si deve preparare l’impasto con la farina tipo 0, la farina integrale, un pizzico di sale, 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva e tanta acqua quanto basta per realizzare un impasto simile a quello del pane.
Lavorate a lungo ed energicamente l’impasto, deve risultare morbido e liscio.

Una volta pronto, coprite con della pellicola e fate riposare in frigorifero per un’ora circa.
Se non avete tempo e/o voglia di preparare la pasta, potete scegliere di utilizzare la pasta sfoglia fresca o anche la pasta fillo, che si trova facilmente al supermercato.

Adesso dedichiamoci al ripieno della torta pasqualina

Pulite le erbe, lavatele e tritatele grossolanamente e lessatele.

Sbucciate l’aglio, fatelo appassire in una padella con un filo di olio, unite le erbe, i piselli e mescolate. Fate cuocere a fiamma media per 5-6 minuti. Versate le verdure in una ciotola, aggiungete la besciamella, un cucchiaino di curcuma, una spolverata di noce moscata, il parmigiano vegano, le vostre erbe aromatiche preferite (noi abbiamo utilizzato salvia e rosmarino) e un pizzico di sale speziato.

Con un frullatore a immersione create una crema e lasciate raffreddare. Riprendete l’impasto e dividetelo in due parti, una poco più grande dell’altra.

Stendete la parte più grande: la sfoglia deve avere uno spessore di circa mezzo centimetro. Foderate la teglia con un foglio di carta da forno per evitare che la base si attacchi.

Inserite la farcia, livellate delicatamente e chiudete la torta con l’altra parte di pasta, sempre dallo spessore di mezzo centimetro.

Sigillate bene i bordi ripiegandoli verso l’interno e formando delle piccole pieghe verso il centro. Spennellate la superficie con besciamella per lucidare, spolverate con sale speziato e fate cuocere in forno a 200 gradi centigradi per 25 -30 minuti in forno ventilato.

Lasciate raffreddare la torta per almeno venti minuti prima di servire: in questo modo il ripieno sarà più compatto e semplice da tagliare.

Servire tiepida o fredda!

Conservazione

Potete conservare la torta pasqualina vegan in frigorifero per 3 giorni in un contenitore per alimenti. Si presta anche al congelamento: prima di servirla scongelate in frigorifero e poi riscaldate la torta pasqualina in forno preriscaldato per 10 minuti.

Scrivici il tuo parere nei commenti e chiedi consigli se hai bisogno di supporto durante la ricetta.