Ultimo Aggiornamento:

Il gonfiore addominale è un problema comune a molte persone, risolvilo con il nostro infuso al carciofo

Il gonfiore addominale può dipendere da molti fattori: disturbi o patologie gastrointestinali, stress, vita sedentaria o cattiva alimentazione.
Un’alimentazione equilibrata e varia, 2 litri di acqua al giorno e lunghe passeggiate sono un ottimo rimedio naturale.

Anche alcune erbe possono essere d’aiuto: alloro, basilico, menta, timo, cumino, rosmarino, semi di finocchio e zenzero. Aggiunte alla cottura di zuppe a base di legumi o verdure migliorano la digestione ed evitano la formazione di aria nella pancia.

Una buona pratica è quella di mangiare lentamente ed evitare o limitare il consumo di lievito e zucchero.

Se tutto questo non dovesse bastare, provate il nostro infuso al carciofo per eliminare il gonfiore addominale.

Contrariamente a quello che si pensa, il carciofo è un dono della natura praticamente miracoloso.

Anzitutto è utile nei disturbi di origine epatica, poichè contiene la cinarina che agevola la produzione di bile, depura il fegato e stimola la diuresi, favorendo l’eliminazione delle tossine.
Il carciofo è anche un efficace antiossidante e antitumorale, e come se non bastasse protegge il cuore, grazie alla presenza di flavanoni.

Assumere carciofo, mantiene inoltre la pelle luminosa.
Rappresenta una fonte importante di sali minerali – sodio, potassio, fosforo e calcio-, vitamina C, vitamine B1 e B3 e vitamina K, che aiuta a prevenire l’osteoporosi.
Mangiato crudo è un ottima fonte di ferro e rame.
La presenza di betacarotene e luteina rende inoltre il carciofo un ottimo alleato della vista.

Infuso al Carciofo

Il carciofo che comunemente mettiamo in tavola è il fiore della pianta, ma per questo infuso useremo le foglie, che generalmente si raccolgono in primavera ma sono sempre facilmente reperibili in erboristeria.

Ingredienti:

  • Foglie di carciofo essiccate 15 g
  • Semi di finocchietto 5 g

Procedimento per la preparazione dell’infuso al carciofo

Disponete le foglie di carciofo in un pentolino con 300 ml di acqua.
Portate ad ebollizione e lasciate cuocere per 2 minuti.

Spegnete, attendete due minuti e infine aggiungete il finocchietto per potenziare l’effetto di questa bevanda.
Coprite e lasciate in infusione per 10 minuti. Filtrate con un colino, lasciate intiepidire.

L’infuso è pronto per essere bevuto.

Dosi consigliate:

2/3 tazze al giorno per contrastare il gonfiore e depurare.
Il carciofo ha un sapore piuttosto amaro e potrebbe non piacere.
Per bilanciare il sapore puoi aggiungere all’infuso al carciofo il succo di un limone, o se preferisci il piccante puoi aggiungere 1 cm di radice di zenzero tritato insieme al finocchietto.
L’infuso al carciofo può essere servito come digestivo dopo un pasto abbondante.

Effetti collaterali:

Il carciofo aumenta la secrezione della bile.
Non usare quindi in gravidanza o in caso di calcoli biliari.

Scopri tutti i nostri consigli nella sezione Rimedi Naturali. Ti aspettano tisane, infusi, macerati e tante informazioni utili per risolvere piccoli problemi giornalieri.