Le crocchette di patate, croccanti e gustose, sono uno sfizioso piatto della tradizione italiana. Perfette come aperitivo, come antipasto o per rendere speciale un buffet, le crocchette sono amatissime anche dai bambini.

Le crocchette di patate senza uova e senza lattosio

La versione che vi proponiamo oggi è molto semplice, ma altrettanto gustosa. La nostra ricetta è senza uova e senza lattosio, quindi ideale per vegani, vegetariani e per chi soffre di intolleranza all’uovo o al latte.

Le nostre crocchette, a base di patate, spezie ed erbe aromatiche, sono una delizia unica proprio come la versione originale, ma più leggera e digeribile.

Il segreto per preparare crocchette vegane perfette è la tripla panatura. Prima nella farina, poi nella pastella di acqua e farina di ceci, poi nel pangrattato adeguatamente speziato e arricchito.

Procedimento per le crocchette di patate vegane

Lavate le patate e lessatele in acqua salata con tutta la buccia. Appena pronte fatele raffreddare leggermente, sbucciatele e schiacciatele con l’aiuto di uno schiacciapatate. Potete anche utilizzare una forchetta.

Ponete le patate in una ciotola e speziate con la noce moscata, il sale speziato, la curcuma, un pizzico di pepe e il prezzemolo tritato molto finemente.

Potete tranquillamente divertirvi a variare le spezie in base ai vostri gusti, per trasformare ogni giorno la vostra ricetta. Con la farina di ceci create una pastella densa e aggiungete due/tre cucchiai all’impasto.

Aggiungete ora il latte di soia e amalgamate bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Consigliamo di lavorare l’impasto con le mani per rendere più uniforme il composto.

Formate delle palline di piccola o media grandezza e lavoratele in modo da fargli assumere la classica forma cilindrica che caratterizza la crocchetta di patate.

Prepariamo la panatura delle crocchette

Il primo passo per la preparazione delle crocchette di patate è la pastella con acqua e farina di ceci. La consistenza deve risultare leggermente più densa di quella dell’uovo. Aggiungete un pizzico di sale speziato e un cucchiaio di latte di soia senza zucchero (facoltativo). Mescolate per amalgamare il composto.

Ponete il pangrattato in un piatto, speziate e aggiungete i semi di sesamo, se avete scelto di utilizzarli. L’impanatura prevede tre passaggi: prima nella farina, poi nella pastella di ceci e infine nel pangrattato.

Panatura perfetta: non solo pangrattato

Durante la preparazione delle crocchette di patate, anche la panatura lascia molto spazio a creatività e fantasia. Divertitevi a sperimentare panature particolari e originali. Olive nere, aglio e prezzemolo, farina di mandorle, granella di pistacchi, noci o nocciole. Anche i semi si prestano per la creazione di panature irresistibili.

Lino, papavero, chia, girasole, solo per citarne alcuni. Da non sottovalutare la panatura profumata con le erbe aromatiche fresche, di cui questa stagione è ricca.

Per una versione senza glutine vi basterà sostituire Il pangrattato con pane senza glutine tritato e la farina 0 con farina di ceci.

Qualche consiglio prima di procedere con la cottura

L’unica difficoltà nella preparazione di questa ricetta è la cottura. Capita infatti che le crocchette si aprano.
Consigliamo di lasciare riposare le crocchette impanate in frigo per trenta minuti prima di procedere con la cottura.

Per ottenere una buona frittura è fondamentale cucinare in un’adeguata quantità di olio. Se ne utilizzate troppo poco la temperatura scende e le crocchette tendono ad assorbire l’olio. Bisogna prestare attenzione anche alla temperatura dell’olio che deve essere di circa 160 gradi centigradi.

La cottura delle crocchette vegane

In una padella scaldate l’olio e lasciate friggere le crocchette di patate fino a doratura omogenea. Con una schiumarola prelevate le vostre crocchette vegane e lasciate asciugare l’olio in eccesso su della carta assorbente. Servitele ben calde.

Vuoi crocchette più leggere? Scegli la cottura al forno

Per una versione meno calorica e più salutare potete cuocere le vostre crocchette di patate al forno.
Adagiate le crocchette impanate su una teglia rivestita con carta da forno e irrorate con un filo di olio di oliva. Cuocete in forno statico e preriscaldato a 200 gradi centigradi per 10/15 minuti in base alla dimensione e poi terminate la cottura con 5-6 minuti di grill. Servitele ben calde.

Conclusioni

Le crocchette di patate sono buone appena fatte. Potete conservare le crocchette crude in frigo e friggerle poco prima dell’arrivo degli ospiti. Possono essere congelate prima in vassoi, poi una volta solidificate potete versarle in sacchetti da freezer.

Visita la sezione dedicata agli antipasti da affiancare alle crocchette di patate. Facci sapere cosa ne pensi nei commenti e chiedici consigli se ne hai bisogno.