Ultimo Aggiornamento:

L’aloe vera è la pianta del benessere e della salute per eccellenza

In questo articolo scoprirai tanti aspetti interessanti, tra cui: come usarla, come coltivarla, come conservarla e tanto altro

L’Aloe Barbadensis Miller si presenta come una pianta a foglie verdi e spesse dalle estremità appuntite e i margini dentati. La pianta adulta può raggiungere anche 1mt di altezza e predilige il clima caldo e secco.
Il fiore, di forma tubolare, è tipicamente rosso.

Precisiamo subito che esistono più di 250 specie di aloe che vegetano in Africa, in America e in Europa. Appartengono alla famiglia delle Liliacee e hanno la capacità di sopravvivere a lunghi periodi di siccità.

L’Aloe Vera è una pianta perenne, e da oltre cinquemila anni è conosciuta per i numerosi effetti benefici del suo gel e del succo.

Conosciamola insieme

Componenti principali dell’aloe:

Il gel contenuto nelle foglie è composto soprattutto da polisaccaridi, mentre nella parte restante della foglia sono presenti antrachinoni e altri composti come vitamine del gruppo B, vitamina C, A, E e D, sali minerali ed enzimi, 20 aminoacidi (di cui 8 essenziali) e fosfolipidi.

Proprietà dell’Aloe Vera

proprietà aloe vera

Le principali proprietà di questa pianta sono antinfiammatorie, anti fungine, rinfrescanti, idratanti, lassative, immunostimolanti, remineralizzanti e antivirali.

Il succo, che viene estratto con processo manuale, ha proprietà depurative e disintossicanti ed è quindi particolarmente indicato nei casi di gastrite, colite, intestino irritabile, ulcera, e più in generale per qualsiasi genere di infiammazione delle mucose.

Questa pianta miracolosa è davvero una preziosa fonte di benessere: è ricca di sali minerali come ferro, calcio, fosforo, magnesio, potassio, rame, sodio e zinco.

I polisaccaridi in essa contenuti proteggono l’intestino, aumentano le difese contro i germi e favoriscono l’idratazione dei tessuti. Gli antrachinoni sono analgesici, antibatterici e antivirali. Conferiscono il sapore amaro alla pianta ed hanno potere lassativo.

La presenza di vitamine del gruppo B rende infatti l’aloe ideale per facilitare la digestione, per contrastare l’anemia e per prevenire tumori.

Grazie alla vitamina E, il succo di Aloe è utile per contrastare disturbi cardiocircolatori e aumentare il livello del colesterolo buono (HDL) nel sangue. La vitamina D permette invece di regolare il metabolismo di calcio e fosforo.

Il gel interno ha proprietà antisettiche e viene pertanto utilizzato per trattare ferite ed eczemi (favorisce la cicatrizzazione e riduce dolore e gonfiore), ma anche punture d’insetto, allergie, eritemi ustioni e colpi di sole.

L’aloe vera è particolarmente apprezzata anche in cosmesi (per uso esterno); la vitamina A risulta infatti efficace nel trattamento di acne, invecchiamento cutaneo e psoriasi.

Parti utilizzabili dell’Aloe Vera

Parte interna della foglia e linfa. Il succo condensato secco ricavato dalle foglie è ideale per l’uso interno, mentre il gel è adatto all’uso esterno.

Periodo di raccolta dell’Aloe Vera

Può essere raccolta tutto l’anno, circa 2/3 foglie per pianta 4 volte l’anno in base alla crescita.

Come coltivare l’Aloe Vera

coltivare aloe vera

La coltivazione di questa pianta è semplice. Predilige luoghi soleggiati. Periodicamente produce germogli che possono essere facilmente trapiantati per creare nuove piantine.
Non teme la siccità ma è opportuno ripararla dal gelo nei mesi più freddi.

Come si conserva l’Aloe Vera

Una volta estratto, il gel è bene utilizzarlo fresco poiché il contatto con l’aria avvia un processo di ossidazione. Può essere conservato in frigo per massimo quattro/cinque giorni.

Step 1

Versa il gel in un vasetto

conservazione aloe vera

Step 2

Chiudi ermeticamente il vasetto

conservazione aloe vera

Step 3

Riponi in frigorifero

conservazione aloe vera

L’Aloe Vera per uso alimentare

Il succo estratto dalle foglie contiene un potente lassativo, l’aloina, che risulta dannoso per l’uomo. Le foglie fresche non possono quindi essere consumate.

Nei succhi che troviamo in commercio, questa sostanza viene eliminata.
In cucina si sta diffondendo l’uso del succo di aloe in molte ricette. Sembra essere un prezioso alleato per portare a tavola piatti sani e naturali.

aloe vera in cucina

Controindicazioni

Occorre fare attenzione al dosaggio di questa pianta, l’uso improprio può causare nausea, vomito e diarrea: è quindi opportuno consultare un esperto prima di assumere l’aloe per via orale.
Da evitare l’uso interno in gravidanza, in caso di ulcera gastrica e in soggetti diabetici. Interagisce con alcuni farmaci.

Curiosità

L’aloe vera è considerata una pianta portafortuna, per questo in ogni casa ne veniva coltivata almeno una piantina.

Cleopatra utilizzava questa pianta per mantenere un aspetto giovanile.