Ultimo Aggiornamento:

Combatti i tuoi disturbi servendoti della natura: realizza il nostro rimedio naturale per emorrodi

Perchè utilizziamo la malva come rimedio naturale per emorroidi?

Perchè questa pianta offre un alto contenuto in mucillagini. Possiede un’intensa azione emolliente, antinfiammatoria, lassativa e sedativa. È ottima anche per altre patologie e come rimedio naturale per tosse, gengive infiammate, congiuntivite e orzaiolo

Ecco quindi perchè questa pianta è largamente usata per curare e soprattutto prevenire le emorroidi in modo naturale ed economico.

Le emorroidi sono un disturbo che causa molti disagi, si tratta infatti di dilatazioni varicose delle vene dell’intestino retto.
Sono solitamente causate da stipsi, tempi lunghi sul water, eccessi alimentari, alcol e lavoro intenso. Sono particolarmente diffuse fra soggetti malati di fegato, nelle donne in gravidanza e nelle persone che conducono una vita molto sedentaria.
Causano prurito, bruciore, defecazione dolorosa, stipsi e perdite ematiche.

Gli sforzi per eliminare le feci dure portano ad un accumulo di sangue nei vasi del retto e dell’ano, i quali si dilatano e si rompono facilmente.

Per evitare che questo accada, è necessario eliminare dall’alimentazione i cibi raffinati, le farine bianche, gli zuccheri e i grassi di origine animale.

Curarsi con la dieta è già di perse un rimedio naturale per emorroidi

Una delle cause di emorroidi sono i disturbi del comportamento alimentare che meriterebbero un approfondimento dedicato vista la vastità dell’argomento. Vediamo subito cosa si può mangiare e cosa non si può mangiare per prevenire o combattere le emorroidi.

In caso di emorroidi, una dieta a base di fibre, cereali integrali, legumi, frutta e verdura di stagione è sempre molto efficace.

Alcuni cibi risultano poi particolarmente indicati perchè favoriscono la circolazione: parliamo dei frutti rossi, cioè ciliegie, mirtilli, lamponi, fragole, more e barbabietola.

Altri alimenti indicati in caso di emorroidi sono aglio, cipolla, germe di grano, funghi, noci, pinoli, mandorle, meloni, crescione, piselli, spinaci, grano saraceno, carote, legumi, pompelmo, castagne, avena, carciofo, cavoli, melone, patate, cerfoglio, porro, tarassaco e succo d’uva.
L’aloe vera può essere utilizzata come unguento, per applicazioni locali che donano un immediato sollievo, o per bocca, al fine di regolarizzare l’attività intestinale.

L’attività fisica è fondamentale nella prevenzione ma anche nella cura

La sola dieta consigliata può non bastare in caso di emorroidi.
Una moderata attività fisica può però aiutare a correggere la postura e rafforzare così i muscoli dell’addome.
La sedentarietà è uno degli elementi che caratterizzano le persone stitiche e di conseguenza anche chi soffre di emorroidi.

Anche semplici passeggiate all’aria aperta possono attenuare il problema.
Nuoto, atletica e yoga sono fra le attività più indicate per contrastare questa patologia.

Il Decotto di malva per curare le emorroidi

Ingredienti:

  • 1 Cucchiaio di fiori e foglie essiccati 60 g circa
  • 1 quarto di litro di acqua

Procedimento per preparare il rimedio alla malva per emorroidi

Lasciate bollire i fiori nell’acqua per circa 15 minuti, poi filtrate il composto e versate il liquido in una tazza.

Fate raffreddare il decotto per qualche minuto prima di assumerlo.
Può essere usato anche per fare degli impacchi nell’ano.

Dosi consigliate

3 tazze al al giorno, a stomaco vuoto.

Effetti collaterali

Nessuno. In casi molto remoti si possono riscontrare fattori allergici a qualche principio attivo della pianta stessa.

Conclusioni

La malva insieme alle altre erbe possono davvero aiutarci in tante patologie e farci risparmia soldi in medicine soprattutto prevenendo i problemi. È ovvio che il parere di un medico è sempre consigliato, in ogni caso.

Vai alla sezione Rimedi Naturali, ti aspettano tantissimi intrugli da realizzare in casa in pochi minuti.