Le proprietà del limone sono tante ma alcune di esse non sono affatto conosciute

Citrus limon, o più semplicemente… il limone: una pianta dai mille usi e virtù

Ottimo in cucina e per piccoli rimedi di tutti i giorni.

Per apprezzare al meglio le proprietà del limone dobbiamo conoscerne tutti gli aspetti. Originario dell’India, il citrus limon è una pianta sempreverde: sembra trattarsi di un ibrido tra il cedro e il lime. 

Appartiene alla famiglia delle rutaceae e si presenta sotto forma di piccolo alberello,  ma può raggiungere i sei metri di altezza. 

Il fusto è breve, i rami sono normalmente spinosi e la chioma particolarmente folta con foglie ovali e appuntite dai margini dentellati. 

I fiori, profumatissimi, sono tri-pentalobati di colore bianco o rosa. 

Il frutto che tutti conosciamo è di colore giallo e forma ellittica, emana un profumo inebriante e inconfondibile. Contiene da cinque a dieci spicchi, carnosi e succosi.

Dove cresce l’albero di limone

Coltivato in tutta Italia, prevale nei luoghi caldi e soleggiati. È una pianta piuttosto sensibile alle basse temperature ed ha un elevato fabbisogno di acqua. Oggi il limone viene coltivato pressoché in ogni parte del mondo.

Parti usate

Di questa pianta si utilizza praticamente tutto: frutti e scorza in primis. Le foglie vengono impiegate per preparare molte tisane mentre la corteccia viene usata per la preparazione del gemmoderivato, utile in caso di flebiti. 

La scorza del limone è antisettica, vermifuga, tonica, digestiva, depurativa. Agisce inoltre contro i gas intestinali.

Varietà del limone

Il genere Citrus offre una grande biodiversità. Esistono diverse coltivazioni: tra le più comuni troviamo il Femminello Apireno Continella, Femminello Comune, Femminello Siracusano, il Monachello, l’Interdonato, l’Eureka, il Gallego e il Genoa.

Come raccogliere il limone

proprietà limone

I frutti vanno raccolti ben maturi. Ci si può aiutare con delle forbici, recidendo delicatamente il gambo che unisce il frutto al ramo. 

Quando si raccoglie il limone

Il limone è una pianta rifiorente che dona più raccolti in un anno. 

La prima fioritura  avviene da marzo a giugno, mentre il frutto, definito “limone primofiore”, matura tra settembre e ottobre. 

La seconda fioritura avviene invece da giugno a luglio. I frutti in questo caso sono definiti “limoni bianchetti” e maturano a marzo. 

La terza fioritura ha luogo tra agosto e settembre: i frutti, detti “limoni verdelli”, maturano nell’estate successiva.

Come conservare i limoni 

I limoni vanno conservati in un luogo fresco e asciutto della casa. 

Le componenti principali del limone

Il limone contiene acido ascorbico, acido citrico, acido malico, citrati di calcio, di potassio, vitamine del gruppo B (in particolare B1, B2 e B3) vitamina A, vitamina C e PP, calcio, ferro, silicio, fosforo, manganese, rame, limonina, e ancora pectine, carotenoidi, glucidi (saccarosio, fruttosio, glucosio).

Le mille proprietà del limone

Fondamentale ingrediente della medicina tradizionale Ayurvedica, il limone è un ottimo alleato del sistema immunitario.

Battericida, antisettico, rinfrescante, febbrifugo, alcalinizzante diuretico, tonico venoso, depurativo, rimineralizzante, antianemico, carminativo, antiacido gastrico.

Per uso esterno viene utilizzato come antisettico, cicatrizzante e antipruriginoso.

Il succo risulta essere ipoglicemizzante. 

Dalle scorze del frutto si ricava l’olio essenziale, utile a favorire i processi digestivi. È inoltre spasmolitico, antisettico, espettorante e balsamico. 

Applicato sulla pelle è un rimedio efficace contro acne e punti neri.

proprietà limone

Per uso interno, va evidenziato come la notevole presenza di antiossidanti renda questo frutto un ottimo alleato contro il colesterolo

La Vitamina C aiuta poi a combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare, mentre l’assunzione regolare di limone aiuta a prevenire le malattie da raffreddamento come raffreddore, tosse e mal di gola.  

Ma non finisce qui: il limone aumenta l’assorbimento del Ferro, è disintossicante e depurativo.

Utile rimedio naturale contro nausea e diarrea, grazie al contenuto di limonene e acido citrico, il limone è anche un valido aiuto per contrastare la ritenzione idrica e favorire l’eliminazione delle tossine.

Dato il suo potere antibatterico, risulta anche utile in caso di diarrea, grazie alla sua azione disinfettante e battericida. 

Le proprietà del limone: Come beneficiare al meglio

Le proprietà del limone non sono da sottovalutare. Il limone contiene molti antiossidanti: si consiglia di bere il succo di mezzo limone al mattino e preferibilmente a digiuno, e di bere poi la restante metà alla sera, prima di andare a dormire.

Consumare giornalmente acqua e limone depura il sangue e l’organismo.

Nei cambi di stagione, la “cura del limone” agisce come una sorta di vaccino naturale contro influenza, raffreddore e molto altro.

Il limone in cucina

L’utilizzo in cucina del limone è estremamente diffuso. Viene utilizzato per impedire alla frutta di annerirsi, per marinare le verdure e i secondi, come sostituto all’aceto per condire le insalate. 

La buccia del limone, gialla e profumata, è un ingrediente fondamentale per torte e dolci di ogni tipo. Ottimo anche per la preparazione di liquori come il limoncello.

Uso cosmetico del limone

Alleato prezioso dei cosmetici fai da te, il succo di limone vanta proprietà schiarenti e sbiancanti, dona ai capelli riflessi chiari e luminosi, pulisce lo smalto dei denti dalle macchie di fumo e caffè, è astringente e disinfettante. 

Particolarmente utile in caso di pelle grassa, perché pulisce i pori ed elimina i batteri, aiutando a ridurre l’eccessiva produzione di grasso e prcoevenendo così l’acne.

Mescolato con olio di oliva, il succo di limone è molto efficace per schiarire le macchie della pelle, le cicatrici e le smagliature. 

La buccia di limone essiccata e poi polverizzata è perfetta per creare uno scrub fai da te per il corpo. 

Il succo di questo meraviglioso e profumato frutto è ideale per la cura dei capelli. Massaggiato sulla cute è un ottimo rimedio contro la forfora e aiuta a prevenire la caduta dei capelli. 

Uso domestico del limone

Abbinato con aceto e bicarbonato è un detersivo efficace ed ecologico.

Ci si può ad esempio pulire la moka: basta semplicemente inumidire una spugnetta abrasiva con succo di limone e sale, strofinare e risciacquare abbondantemente con acqua tiepida.

Disposto a fette vicino finestre, porte o piccole fessure, allontana gli insetti. 

È utile per liberarsi dei cattivi odori: questo vale per elettrodomestici come lavatrice e lavastoviglie, o anche per il corpo (ad esempio per eliminare l’odore di aglio e cipolla dalle mani).

Il limone è anche perfetto anche per pulire metalli come rame e ottone: prendete mezzo limone, immergetelo nel sale e strofinate sulle pentole per ottenere in un attimo un effetto brillante.

Per sbiancare i panni in lavatrice basta versare mezzo bicchiere di succo durante il ciclo di risciacquo.

Controindicazioni

Il succo di limone non presenta particolari controindicazioni, può essere assunto da tutti.

In caso di infiammazioni gengivali o piorrea, è preferibile però evitare di assumere il succo puro. 

In caso di insufficienza epatica, iperacidità gastrica e artrite cronica avanzata è sempre opportuno consultare il medico prima di utilizzare il limone come rimedio naturale fai da te.

Curiosità

Dal limone, attraverso un piccolo esperimento, si possono generare piccole quantità di energia elettrica.